Mastoplastica additiva Sorrento

La ptosi del seno (o cedimento) può essere corretta eseguendo una pexy. Il rilassamento del seno è causato dalla distensione della pelle. La procedura rimuove la pelle in eccesso per sostituire l’areola e il capezzolo nella posizione corretta e riposizionare e riorientare la ghiandola. In questo modo è possibile sollevare i seni e dar loro una bella forma.

Si tratta di una procedura cosmetica non rimborsata dalla previdenza sociale. Un congedo di malattia non può essere prescritto.

La cicatrice ha la forma di un’ancora marina con una cicatrice periareolare, una verticale tra il polo inferiore dell’areola e la piega sottomammaria e una orizzontale nascosta nella piega sottomammaria.

In caso di volume insufficiente, può essere offerta un’iniezione di grasso in concomitanza con l’operazione. Una protesi mammaria può anche essere discussa (ma idealmente in un secondo intervento).

Un lifting del seno può essere eseguito dalla fine della crescita e oltre durante tutta la vita. Una gravidanza futura è possibile, l’allattamento al seno anche se ancora possibile non può essere garantito. Anche la sensibilità areolare può essere disturbata da questo intervento.

L’intervento dura da 1 ora e mezza a 2 ore, il ricovero ospedaliero 24 ore e la convalescenza da 2 a 4 settimane. Il lavoro può essere ripreso da 10 a 15 giorni dopo l’intervento, a seconda dei casi. L’uso di un reggiseno di sostegno è necessario giorno e notte per 2 mesi. Il fumo è da evitare per favorire la guarigione. Le medicazioni continueranno per 4-8 settimane. La ripresa dello sport è possibile dopo 2 mesi.