Categorie
Senza categoria

Botox o botulino

La storia del Botox Cosmetic®Botox Cosmetic® (tossina botulinica di tipo A) è un complesso proteico formato dal bacillo Clostridium botulinum, che contiene la tossina che causa il botulismo alimentare. Tuttavia, quando si tratta di Botox®, questa proteina è stata purificata 27 volte per arrivare al prodotto che conosciamo, Botox Cosmetic Botox o Therapeutic Botox®, che è ora la procedura non chirurgica più popolare in Nord America. È un trattamento molto sicuro ed efficace per levigare le rughe del viso da moderate a gravi.  Ecco come: le iniezioni di Botox Cosmetic® rilassa e allenta i muscoli responsabili di rughe, linee sottili e solchi. Il risultato: pelle più liscia, più stretta, senza rughe.

Scoperta della tossina botulinica
Inizio dell’uso della tossina botulinica in medicina per il trattamento di strabismo (occhi storti), blefarospasmo e spasmi emifacciali.-Botox Cosmetic® è in fase di approvazione da parte della FDA (Food and Drug Administration) dopo vari studi per il trattamento delle linee di espressione glabellari.-Oltre 29 milioni di trattamenti sono stati eseguiti in Nord America dal 2001;Botox Cosmetic® è oggi la procedura cosmetica non chirurgica più utilizzata e in più rapida crescita in Nord America;Botox® e Botox Cosmetic®, prodotti da Allergan Inc,     Health Canada ha informato i canadesi che in Canada non sono stati segnalati casi confermati di rilascio di Botox® o di Botox Cosmetic® legati al rilascio di tossine correlate al Botox e ha ricordato ai medici e ai consumatori che i prodotti per la salute a base di botulino devono essere utilizzati solo da professionisti sanitari qualificati a dosi raccomandate e per indicazioni autorizzate.L’uso cosmetico della tossina botulinica è stato scoperto per caso negli anni ’80 dal Dr. Jean Carruthers di Vancouver.

Nel XIX secolo nel Ducato di Württemberg (oggi Germania sud-occidentale) un numero crescente di intossicazioni alimentari ha messo in allarme le autorità locali. Questi erano legati a problemi di igiene nella preparazione di salumi fatti in casa, in particolare il sanguinaccio. Justinus Kerner (poeta e medico) ha descritto per la prima volta questa malattia e le ha dato il suo nome.

Nel 1870 un altro medico tedesco (Müller) ribattezzò la malattia di Kerner “botulismo”, dal latino “botulinus” (sanguinaccio), a causa della sua origine.

Nel 1895 fu identificato il batterio responsabile del botulismo: fu logicamente chiamato “bacillus botulinus”.

Nel 1923 fu classificato nel genere “clostridium”, da cui il nome “clostridium botulinum”.

Tra il 1910 e il 1970 sono stati identificati sette tipi di tossine.

Storia della tossina botulinica: il suo uso in medicina

– Durante la seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti hanno fatto ricerche su questa tossina come arma batteriologica. È un ricercatore, il Dr. Schantz, che è il primo a purificare la tossina (sostanza tossica elaborata da questo batterio): la tossina di Schantz.

– Negli anni Settanta Alan Scott, un oculista di San Francisco, ha avuto l’idea di usare questa tossina per curare lo strabismo infantile. Permette infatti di allentare alcuni muscoli iperattivi che si trovano intorno all’occhio.

È stato un altro oculista, il Dr. Carruthers in Canada, a osservare che un paziente in cura per il blefarospasmo (contrazioni involontarie della palpebra) aveva meno rughe nella glabella (tra le sopracciglia). Con il marito dermatologo presentano i primi impieghi della tossina botulinica a fini estetici per il trattamento delle rughe facciali (1990).

– Dal 2002 negli Stati Uniti e dal 2003 in Francia, la tossina ha ottenuto l’autorizzazione all’immissione in commercio (MA) per il trattamento delle rughe glabellari (o rughe di espressione, tra le sopracciglia). Nel novembre 2013 questo MA è stato esteso al trattamento delle rughe delle zampe di gallina (parte esterna degli occhi). In Francia il Botox viene utilizzato per scopi terapeutici (trattamento di malattie come lo strabismo) mentre altri nomi (Vistabel, Bocouture, Dysport, ecc.) sono utilizzati per scopi estetici (rughe facciali). Si tratta della stessa molecola ma le quantità presenti nelle bottiglie a fini estetici sono meno importanti.

Durante questo periodo, l’uso della tossina botulinica per scopi estetici ha conosciuto una crescita fenomenale: per avere un’idea di questo, dovete sapere che il principale produttore di tossina botulinica ha venduto più di 20 milioni di fiale in tutto il mondo…

Lifting viso ROma Botox Guida Estetica Academia Italia Chirurgo estetico Roma Mastoplastica additiva Roma Mastoplastica additiva 2020 Lo sport dopo l’aumento del Seno La Chiesa e la Medicina Bellezza con Mastoplastica Napoli Blefaroplastica 2020 Chirurgia estetica su Tumblr Aumento del seno Aumento dei Seni Placemap IT Chirurgo Mastoplastica Roma Blefaroplastica Roma Mastoplastica Roma 2020 Mastoplastica Mastoplastica additiva Addominoplastica domande e risposte Chirurgie esthétique   Domande sulla Liposuzione Liposuzione 2020 Ospedali di Roma Toxine Botulique Dottori IT Dermocosmetologia Medicina Estetica Roma Augmentation Mammaire Moderne Acide hyaluronique Rifarsi il seno Liposuzione si o no Lifting Braccia Roma Sergio Delfino Google addominoplastica Storia della farmacia Wikipedia Mastoplastica additiva Botox Roma Avere delle belle mani Varicosita Medicina Estetica

Lascia un commento