Categorie
Senza categoria

Mastoplastica 2020

Le protesi mammarie sono coperte da garanzia?

La maggior parte delle aziende commerciali fornisce una garanzia di sostituzione in caso di guasto del dispositivo. Ma questo deve essere dovuto a un difetto di fabbricazione e dobbiamo tener conto del fatto che sono giudice e giuria. L’impianto deve essere inviato alla fabbrica, che determina se la garanzia è realmente applicabile o meno.

Tuttavia, alcune aziende commerciali offrono parti di ricambio gratuite in caso di contrattura capsulare o rottura. Consiglieremo il miglior impianto nel vostro caso, in base allo stato attuale della scienza e della tecnologia e alla nostra esperienza in materia.
Che misura di seno avrò?

Con il Dottor Sergio Delfino potrete valutare le dimensioni del seno da indossare prima dell’aumento del seno, grazie al sistema di misurazione di simulazione 3D con Crisalix. In consultazione con il chirurgo, valuterete il tipo di impianto in base al profilo e alla proiezione.
Qual è il periodo post-operatorio per l’aumento del seno?

Il risultato dell’aumento del seno è immediato, ma si consiglia di attendere qualche mese prima di vedere il risultato finale. Per 3-4 giorni consigliamo un po’ di riposo, dopo questo tempo la donna può di solito guidare e tornare al lavoro. Tuttavia, è necessario evitare lo sforzo o il peso per 15 giorni. In questo articolo spieghiamo in dettaglio cosa comporta l’aumento postoperatorio del seno.
Le 10 domande più frequenti sull’aumento del seno

Molti studi hanno dimostrato che le donne con protesi non hanno più tumori o malattie immunitarie rispetto alle donne senza protesi. Una donna con una protesi può rimanere incinta e allattare il suo bambino. Non è stato dimostrato che il silicone passa nel latte. In sintesi, in questo articolo risolviamo i dubbi e i miti più comuni sull’aumento del seno.
Cosa è meglio: l’aumento del seno con le protesi o con il proprio grasso?
Cosa comprende la prima visita per l’aumento del seno presso Clinique Aesthetics?

La prima visita di consultazione è fondamentale per stabilire un rapporto di fiducia reciproca ed è per questo che non perdiamo tempo a fornire informazioni esaustive, spiegando tutti i dettagli e le fasi della procedura, nonché i dettagli della protesi scelta.

Qual è il motivo che rende l’aumento del seno la chirurgia estetica più richiesta?

È importante tenere presente che l’aumento del seno rafforza uno degli attributi fondamentali che definiscono la femminilità, come il busto. Un corpo curvilineo con fianchi, glutei e gambe torniti, vita marcata e seni che spiccano in modo piacevole e attraente sono gli elementi che definiscono l’ideale femminile. Acquisendoli, la donna si sente “più femminile”, più attraente, più desiderata. Una cosa semplice come poter indossare quel vestito che le piaceva tanto e che la fa stare bene è un significativo miglioramento della sua autostima.

È questo alto livello di soddisfazione, dimostrato da studi e indagini, che rende l’aumento del seno così popolare. Infatti, per noi professionisti, è tipico sentire i nostri pazienti dire che “avrebbero dovuto farlo prima”.

Parliamo del tipico caso di un paziente che decide di sottoporsi ad un’operazione: quali sono i passi precedenti all’operazione?

Durante il primo consulto, spieghiamo alla paziente tutti gli aspetti dell’operazione, ed effettuiamo un’esplorazione e una misurazione della sua anatomia, che tiene conto di aspetti come il volume del seno, la sua proiezione, il grado di cedimento, se presente, la muscolatura della regione pettorale, ecc.

Con questi dati in mano, possiamo scegliere il tipo di protesi e le sue dimensioni in base alle esigenze e ai desideri del paziente. Consigliamo sempre un aumento del seno che soddisfi le vostre aspettative, mantenendo proporzioni armoniose e producendo un risultato naturale.

Naturalmente, prima di concordare l’operazione, sono necessarie un’analisi medica e dei test per garantire che la vostra salute non sia a rischio durante la procedura.

Da scoprire : https://www.lenuovetorrette.it/2020/03/23/mastoplastica-additiva-roma/

Il seno durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il seno guadagna notevolmente in dimensioni. Un rapido aumento del volume del seno può anche essere dovuto ad un aumento generale del peso. Vi è un aumento della ramificazione dei dotti mammari accoppiato con un aumento del numero di cellule della ghiandola mammaria all’interno dei dotti. Le cellule del seno accumulano poi gradualmente un fluido chiamato “colostro”. Questo “colostro” ricco di proteine sarà rilasciato dopo la consegna e il suo flusso cesserà da una a tre settimane dopo il parto.

Più breve è il periodo tra il primo ciclo mestruale e la prima gravidanza a termine, minore è il rischio di cancro al seno. L’esatto meccanismo dell’effetto benefico della gravidanza (prima dei 30 anni) sulla ghiandola mammaria è ancora sconosciuto. La maggior parte delle cellule dei dotti mammari producono latte durante la gravidanza. Questo lascia meno cellule per controllare la divisione cellulare e lo sviluppo di nuove cellule. Sebbene siano necessarie nuove cellule per sostituire le cellule del seno, esse sono anche soggette a trasformazione maligna in cancro. Di conseguenza, minore è il numero di cellule, minore è il rischio di cancro al seno. Dopo la gravidanza e/o dopo aver interrotto l’allattamento, la ghiandola mammaria ritorna al suo volume normale.

L’assunzione di contraccezione orale o l’uso di una IUD non influisce sul rischio di cancro al seno. In una donna normalmente regolata, l’assunzione di contraccezione orale non influisce sull’aspetto del seno, soprattutto se il dosaggio è basso. Per molte donne con tensione premestruale del seno, la pillola può addirittura migliorare la sintomatologia.